CHERATITE ERPETICA

IDENTIKIT

Infezione della cornea dovuta più frequentemente all'herpes virus simplex, capace di determinare perdita del visus

Sintomi

  • annebbiamento e calo del visus, dolore, fotofobia, rossore

Evoluzione

  • in relazione alla gravità

Terapia

  • medica e chirurgica

Che cosa è?

  • Infezione della cornea, dovuta al Herpes virus.
  • Rappresenta uno dei problemi clinici oftalmologici più severi a causa della sua elevata potenzialità a determinare una invalidità permanente del visus per la perdita della trasparenza corneale.
  • Quali sono le cause?

  • L'agente biologico più comune è l'herpes simplex virus , un virus a DNA appartenente alla famiglia degli herpesviridae.
  • Può essere dovuta anche al virus herpes della varicella –Zoster
  • Il virus si trasmette per contatto tra le persone (secrezioni e lesioni attive)
  • L'herpes ha bisogno delle nostre cellula per replicarsi
  • Penetrano nell'nostro organismo a si vanno ad alloggiare nelle stazioni nervose principali
  • rimangono nel nostro organismo tutta la vita, potendosi attivare in seguito a fattori scatenanti (infezione recidivante): febbre, cambiamenti ormonali, esposizione a raggi ultravioletti, stress di tipo psicologico, traumi oculari, manipolazioni del trigemino, chirurgia dell'occhio
  • L'infezione umana da herpes simplex determina lo sviluppo di anticorpi e di immunità cellulo-mediata (linfociti T helper, linfociti T citotossici e linfociti T di memoria). Ciò serve a proteggere l'organismo infetto dalla disseminazione della malattia
  • Come avviene l'infezione della cornea?

  • L'herpes virus che viene a contatto con la superficie oculare inizialmente si trova sospeso nel film lacrimale, che rappresenta la prima linea di difesa dell'occhio
  • il virus, dopo aver superato l'ostacolo del film lacrimale, penetra nell'epitelio corneale e si replica negli strati più profondi
  • si verifica una reazione infiammatoria (infezione primaria)
  • Il virus infetta i nervi terminali che si trovano nell'epitelio corneale e viene trasportato ai gangli cervicali superiori e trigeminali dove sono situati i neuroni che innervano la superficie oculare, dove può rimanere latente per anni (latenza)
  • Attivazione del virus e nuova infezione della cornea (infezione recidivante o secondaria)

  • L'infezione della cornea può interessare l' epitelio, lo stoma, l'endotelio, i nervi:
    • Cheratite epiteliale infettiva
    • Cheratite stromale necrotizzante
    • Cheratite stromale immune
    • Endotelite
    • Cheratopatia neurotrofica
  • Quali sono i sintomi?

  • Annebbiamento del visus
  • Calo del visus
  • Dolore
  • Fotofobia
  • Rossore
  • Quali possono essere gli esiti dell'infezione?

  • Perdita della trasparenza corneale con variabile riduzione del visus
  • Neovascolarizzazione corneale profonda
  • Deficienza limbare
  • Occhio secco più o meno severo a seconda della compromissione dello stato neurotrofico
  • Quali possono essere gli esiti dell'infezione?

  • Dipende dal tipo di cheratite e dal suo meccanismo patogenetico.
  • I farmaci a disposizione sono gli antivirali ed il cortisone.
  • Gli antivirali vanno sempre usati, mentre il cortisone solo in caso di attività immunitaria
    • Cheratite epiteliale infettiva: antivirali per bocca e topici
    • Cheratite stromale necrotizzante: antivirali per via generale e locale
    • Cheratite stromale immune : antivirali per bocca, cortisonici locali e per bocca
    • Endotelite : antivirali per bocca, cortisonici locali e per bocca
    • Cheratopatia neurotrofica: Tarsorrafia, Chiusura precoce punti lacrimali, Lubrificanti Membrana Amniotica, Antivirali sistemici, Steroidi, Antibiotici locali

    Qual è la terapia degli esiti?

  • Perdita della trasparenza corneale con variabile riduzione del visus: trapianto di cornea lamellare o totale
  • Deficienza limbare (trapianto di limbus)
  • Occhio secco (a seconda della compromissione dello stato neurotrofico): Lubrificanti, chiusura punti lacrimali, tarsorrafia, innesto membrana amniotica