L' occhio secco

IDENTIKIT

Malattia cronica della superficie oculare

Sintomi

  • Bruciore
  • Senso di corpo estraneo
  • Rossore
  • Visione fluttuante
  • Prurito

Evoluzione

  • Variabile a seconda delle forme e delle cause

Terapia

  • medica sintomatica.
  • Raramente chirurgica nelle forme più gravi

Non è vero che

  • L’occhio secco significa che mancano le lacrime. Può essere dovuto ad una alterata qualità di lacrime (sindrome da disfunzione lacrimale).
  • È un disturbo banale: infatti , a volte è associato ad importanti malattie e provoca gravi alterazioni della cornea e della congiuntiva, compromettendo la funzionalità oculare
  • La terapia con sostituti lacrimale guarisce: la terapia è sintomatica, cura il sintomo. In alcuni casi si può curare la causa, quando la secchezza oculare è dovuta  a  malattie sistemiche.

Che cosa è?

  • E’ una malattia cronica della superficie oculare, le cui cause sono molteplici
  • Colpisce maggiormente il sesso femminile a causa soprattutto di modificazioni ormonali, che intervengono con la menopausa e  per la frequente associazione a malattie autoimmuni.
  • E’ dovuta ad una ridotta produzione di lacrime o ad una loro eccessiva evaporazione.
  • determina un danno ai tessuti superficiali dell’ occhio (cornea e congiuntiva), che può andare incontro a modificazioni strutturali profonde (cheratinizzazione)
  • Quali sono le cause?

  • Quali sono i sintomi?

    I sintomi e la loro intensità sono variabili a seconda della severità del quadro clinico.

  • Nelle forme lievi, la sintomatologia è discontinua, esacerbata da particolari condizioni ambientali ( utilizzo dei videoterminali, fattori che modifichino le ideali condizioni di umidità e temperatura, come lo stazionare in luoghi con aria condizionata o termoconvettori, l’aria secca in generale, l’aumento della temperatura, il vento, l’elevata altitudine, il fumo di sigaretta, la polvere e l’inquinamento).
  • Nelle forme moderate, la sintomatologia è permanente, esacerbata dalle condizioni ambientali. Sono presenti segni infiammatori
  • Nelle forme severe, la sintomatologia è sempre costante, l’infiammazione è importante.
  • Cosa fare in caso di sospetto di occhio secco?

  • E’ necessario sottoporsi a visita oculistica. In tal modo, mediante un ‘accurata anamnesi, un appropriato approccio clinico, mediante test di valutazione della funzione lacrimale, mediante l’utilizzo di colorazioni vitali per la valutazione del danno anatomico è possibile definire la presenza o meno dell’occhio secco, il suo grado di severità e l’eventuale causa.
  • E’ utile ricordare che un occhio secco potrebbe essere una manifestazione di malattie autoimmuni che interessano tutto l’organismo (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, ecc.).
  • Qual è la terapia?

  • sostituti lacrimali
  • igiene palpebrale
  • antinfiammatori (steroidi, acidi grassi polinsaturi omega 3 ed omega 6)
  • farmaci che stimolano la produzione delle lacrime
  • correzione delle eventuali anomalie palpebrali
  • chiusura temporanea o permanente dei puntini lacrimali
  • tarsorrafia