OCCHIO E VIDEOTERMINALE

  • Il videoterminale (VDT) non provoca disturbi, piuttosto è un uso non corretto dello stesso a determinare l'insorgenza di un malessere localizzato agli occhi, alla testa, al collo, ecc.

  • All'origine del malessere determinato dall'uso di VDT, la cosiddetta Office Eye Syndrome, possono essere:
    • difetti visivi non corretti o non diagnosticati
    • occhio secco o sindrome da disfunzione lacrimale
    • condizioni sfavorevoli di illuminazione
    • Posizioni di lavoro inadeguate per l'errata scelta e disposizione degli arredi
    • Stress determinato comunque da carichi di lavoro eccessivo o da debolezza fisica conseguente a malattie generali non diagnosticate
  • Difetti visivi non corretti o non diagnosticati

    Difetti visivi quali miopia, ipermetropia, astigmatismo e presbiopia non diagnosticati, o corretti in maniera inadeguata possono provocare cefalee, bruciore oculare, sfuocamento delle immagini ed in tal modo rendere molto difficoltosa una normale attività lavorativa su VDT. Pertanto le condizioni di utilizzo di VDT non possono prescindere dalla certezza che i nostri occhi siano in salute e che eventuali difetti visivi siano stati adeguatamente diagnosticati e corretti.

    Occhio secco o sindrome da disfunzione lacrimale

    L'utilizzo dei videoterminali aumento i sintomi tipici di questa patologia:

  • bruciore
  • prurito
  • arrossamento
  • lacrimazione
  • fotofobia
  • frequente ammiccamento (chiudere troppo frequentemente la palpebra)
  • l'osservazione prolungata di un monitor fa normalmente diminuire la frequenza di ammiccamento (il numero di volte che sbattiamo le palpebre al minuto) con aumentata evaporazione del film lacrimali e disturbi legati all'occhio secco.

    E' sempre consigliabile, in aiuto alla diminuita frequenza di ammiccamento ed alla conseguente aumentata secchezza oculare, l'ausilio di lacrime artificiali in collirio

    Condizioni sfavorevoli di illuminazione:

  • Eccesso o insufficienza di illuminazione generale
  • Riflessi da superfici lucide
  • Luce diretta naturale o artificiale su occhi o schermo video
  • Presenza di superfici di colore estremo: bianco o nero
  • Scarsa definizione di caratteri sullo schermo dovuta a difetti del monitor
  • Come prevenire i problemi al videoterminale

  • Visite oculistiche preventive e di controllo (ogni 2-5 anni o a seconda delle necessità)
  • distanza occhi monitor fra i 50 e i 70 cm. Il bordo superiore del monitor deve essere posto all'altezza degli occhi
  • ai primi sintomi di affaticamento fare piccole pause
  • socchiudere le palpebre per 1/2 minuti
  • distogliere lo sguardo dagli oggetti vicini e rivolgerlo verso quelli lontani
  • verificare l'illuminazione
  • utilizzare tende che consentino la regolazione della luce naturale (es. veneziane)
  • utilizzare plafoniere anti-abbagliamento
  • eliminare riflessi e/o abbagliamenti
  • seguire con lo sguardo il perimetro del soffitto
  • utilizzo di lacrime artificiali